Carmen - L’amour est un oiseau rebelle

Oggi vi parlo di Carmen e della sua storia.
Partiamo però da Don José, brigadiere spagnolo che, per fare un favore alla madre, decide di sposare Micaela, ragazza modello del suo paese.

carmen

Un giorno Don José si trova, assieme ai suoi colleghi, a dover sedare una rissa tra sigaraie dove rimane fulminato dal fascino di una ragazza zingara, la nostra Carmen, che deve, però, condurre in carcere. Una volta in prigione, Carmen si lascia andare in una danza seducente che “costringe” José a lasciarla evadere.

Nonostante sia un po’ confusa e attratta anche dal torero Escamillo, Carmen decide di incontrare nuovamente Don José tanto che lo convince a disertare e a scappare insieme. Dopo poco però la relazione diventa ingestibile: José si mostra sempre più geloso e Carmen è insofferente, si sente in gabbia.

La povera abbandonata Micaela nel frattempo trova Don José e lo implora, convincendolo, di tornare con lei. Carmen decide di ritornare a Siviglia con Escamillo.

La travagliata storia tra i due però non finisce qui: si ritrovano infatti proprio a Siviglia e durante una corrida di Escamillo, José chiederà a Carmen di tornare insieme a lui. Dopo il rifiuto disprezzante di lei, José la pugnala a morte.

Sembra essere una triste storia di cronaca, vero?

carmen

Invece si tratta della Carmen, novella di Prosper Merimée (1845) portata al successo grazie all’omonima opera in musica di Georges Bizet che vide la sua prima rappresentazione teatrale il 3 Marzo 1875 a Parigi.
Carmen è uno dei più grandi capolavori della storia non solo per quello che riguarda la composizione musicale, ma anche per quanto riguarda l’arte e ci sarebbero moltissime cose da dire sull’opera.

Partiamo dal mix di caratteristiche che fanno di Carmen non solo un’opera abbastanza attuale, viste le dinamiche, ma soprattutto un vero capolavoro che fece da scuola a tutte le grandi opere successive: l’ambientazione in Spagna dona sangue mediterraneo ai protagonisti e ha permesso di inserire anche all’interno dell’opera in musica scene di sensualità e di esasperata passione.

Il fatto d’aver dato ad una zingara un ruolo da protagonista, unito al motivo musicale ridondante atto a sottolineare – accompagnando tutta la diegesi dell’opera – il triste destino riservato a Carmen, in aggiunta ad uno spartito ricco di scale e note che si riferivano all’esperienza musicale orientale fanno dell’opera di Bizet un capolavoro. 

carmen

Ma la verità è che il personaggio di Carmen, così com’è, era del tutto scandaloso e andava tenuto lontano da Parigi (dove, diciamocelo, tutto accadeva allo stesso modo ma con sotterfugi vari e non in maniera così spudorata). Non è poi da sottovalutare la componente etica: Carmen rappresenta un soggetto per l’epoca imbarazzante, poiché dona alla donna il potere di decidere per se stessa, di essere e di diventare ciò che vuole, pur essendo una zingara; Carmen è un’eroina tragica.

In tre battute dell’opera troviamo tutto: il destino, l’arabismo e la tragedia. Siamo nell’Ottocento e Bizet ci fa trovare di fronte a donne che fumano, ammorbate dal sentimento, ci mostra gli istinti e le passioni della vita con tutta la loro carica.

Per la prima volta nella storia dell’opera in musica siamo di fronte alla rappresentazione della libertà in amore, tema fino a quel momento censurato di frequente (soprattutto nell’ambito musicale). In più, ad esercitare la propria libertà amorosa, nel 1875, è una donna, Carmen. Una donna che sceglie chi amare, chi sedurre e che non può in alcun modo sacrificare la sua libertà! Una donna sfacciata che non fa caso a regole e ruoli sociali; Carmen è un’esibizionista che esercita la propria indipendenza personale.

carmen

Jamais Carmen ne cédera !
Libre elle est née et libre elle mourra !

[Carmen non cederà mai!
Libera è nata, e libera morirà!]

Carmen è un personaggio molto forte, sensuale, fuori dagli schemi e assolutamente attuale che venne spesso paragonata ad un Don Giovanni femminile. Ma, che ne fu di questa donna così scandalosamente all’avanguardia?

Passato lo scandalo, Carmen fu il punto di riferimento per tutti i compositori e filosofi contemporanei e postumi a Bizet da Nietzsche a Wagner, Brahms a Čajkovskij. Tutte le più grandi cantanti liriche della storia da Parigi al Metropolitan di New York aspiravano al personaggio di Carmen, vera e propria icona di libertà mentale e sessuale.

L’importanza di Carmen è stata ed è fondamentale perché alla fine, Carmen, è una di noi.

Pic1:Thingspowerthemselves – Pic2:Ambermag – Pic3: Likadancc – Pic4: Carsontuna

(Critica D'Arte)

Sesso e Arte hanno un minimo comune denominatore: liberano la mente e lo spirito. Qualcuno diceva che “la mente non è un vaso da riempire, ma un fuoco da accendere” ed è proprio per questo motivo che vi voglio mostrare quanto sesso e arte abbiano viaggiato assieme durante il corso di tutte le epoche.

1 I like it
0 I don't like it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *