Sex Toys Stigma

I sex toys sono grandi alleati di chi vuole andare alla scoperta di sé, ma anche di chi vive delle difficoltà o soffre di alcuni disturbi, così come di chi semplicemente vuole provare qualcosa di diverso. Nonostante questi e tanti altri motivi per apprezzarli, lo stigma nei loro confronti è ancora molto presente.

sex toys

I pregiudizi attorno ai sex toys, che definiamo “giochi” proprio perché hanno come scopo l’aggiunta di nuove sensazioni e quindi favoriscono il divertimento, ma anche “strumenti” perché possono essere un supporto per chi fatica a raggiungere il piacere, nascono da un mix tra i tabù sulla masturbazione e altri stereotipi e colpiscono tutti, indifferentemente dal genere.

I più comuni? Per le donne il tabù sulla masturbazione femminile in aggiunta a quello sulla libertà sessuale, generano ancora una combo che troppo spesso di traduce in slut shaming (= giudicare negativamente una persona per la sua vita sessuale), dando vita a falsi miti vari ed eventuali che scoraggiano l’utilizzo dei sex toys. 

Gli uomini invece subiscono maggiormente gli stereotipi veicolati dalla cultura pop per cui un uomo che utilizza un “masturbatore” è un pervertito o sfigato, e se gli interessa la stimolazione anale avrà tendenze omosessuali.

sex toys

È diciamo “unisex” la critica che sostiene che i sextoys rendano l’intimità di coppia “meno naturale”, come se il sesso e il piacere fossero validi e naturali solo quando non coinvolgono “altro” che noi e le nostre capacità. Come se mangiare con le posate rendesse l’esperienza meno naturale.

Nonostante i sex toys siano più sdoganati nella comunità LGBT+, esistono pregiudizi che limitano la libertà sessuale anche delle persone queer, come, ad esempio, credere che essere attratte dalle donne escluda l’interesse nei confronti di toys a forma fallica.

Last but not least, i luoghi comuni legati all’insoddisfazione, “se ne hai bisogno è perché il tuo partner non ti soddisfa”, ad un grande appetito sessuale, “le donne che ne posseggono sono insaziabili” o all’incapacità di trovare dei reali partner “trovatelo finto che è meglio”. 

Come e perchè combattere questi falsi miti?
Questione di utilità (e di piacere).

Per alcune persone i toys sono una necessità, ad esempio i cock rings costituiscono un valido aiuto per chi ha difficoltà a mantenere l’erezione, uno strap-on per chi non ha un pene ma desidera penetrare un partner o alcuni tipi di toys che possono aiutare le persone con disabilità a godere del piacere. Inoltre, dobbiamo tenere in considerazione quel 75% circa di vagine per cui la penetrazione non è sufficiente per avere all’orgasmo. Ignorarlo ci impedisce di colmare il cosiddetto orgasm gap, ovvero la differenza tra il 95% di uomini che raggiungono quasi sempre l’orgasmo durante un rapporto sessuale e il 65% di donne che possono dire lo stesso.

Un toy può essere in questi casi (e per tutti) uno strumento valido per potenziare il piacere, diversificare le sensazioni o facilitare l’esperienza che già di base avremmo, ma anche un mezzo per prendere confidenza con il proprio corpo ed esplorarlo, che sia per la prima volta o sotto una luce diversa.

Questione di salute.

Alcuni studi dimostrano che l’utilizzo di sex toys è correlato ad una vita sessuale più sana, con maggior attenzione alla prevenzione e ad un funzionamento sessuale più positivo.

Continuare a considerare i sex toys come dei semplici accessori legati ad un vizio e non come oggetti utili al benessere e alla salute, ne riduce automaticamente l’importanza, facendo calare anche l’attenzione del mercato sui controlli e sulle certificazioni nei confronti dei materiali. 

Questione di intimità.

In una coppia, l’introduzione di un toy può sembrare una cosa “poco naturale” o un trigger per le insicurezze e i “non ti basto io?”, ma basta procedere gradualmente.

Prima di tutto è importante parlarne apertamente e, se non se ne possiede già uno, coinvolgere il partner nell’acquisto. Questa può essere un’occasione per scoprire qualcosa di nuovo sulle preferenze e i desideri dell’altro, oltre a migliorare la comunicazione e l’intimità di coppia.

sex toys

Se se ne ha già uno nel cassetto ma il partner potrebbe essere restio all’idea, si può provare a proporre qualcosa di semplice durante un momento intimo, come un vibratore esterno. È importante ricordarsi che masturbazione e intimità di coppia non si escludono, ma si completano: toccarsi davanti al partner o reciprocamente è a tutti gli effetti un rapporto sessuale, perché non provare anche con un toy?

Il modo migliore per combattere i tabù e i pregiudizi è evolvere il modo in cui si pensa alla sessualità, uscire dagli schemi e ragionare rispetto a quello che ci piace a noi.

Pics: @Virginandmartyr

(Sexuality Contributor)

Una coppia in missione per abbattere i tabù sulla sessualità: ⊱ celebrating diversity & pleasure ⊱ smashing taboos ⊱ positive & inclusive information

3 I like it
0 I don't like it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *